venerdì 20 dicembre 2013

Il dolce per le feste

Il Montblanc

Cosaaa .... sta  già cominciando la settimana di Natale ??
Quest ' anno devo dire che non mi sono accorta dei giorni che passavano veloci , forse perché il mio pensiero era concentrato in altre cose della vita , eventi felici che non mi aspettavo e che pretendono tutto il tuo tempo e la tua attenzione .
Io penso che la vita sia fatta di scelte e alla priorità che gli diamo , sono loro che imposteranno il tuo futuro e sono sempre loro ti permetteranno di essere felice , il difficile é fare la scelta giusta .
Nel frattempo ho scelto il dolce che rappresenterà il Natale 2013 il Montblanc
Dolce non di difficile fattura ma di una bontà unica , così cremoso e avvolgente con quel gusto delicato di castagna .
Il montebianco è un dolce tipico piemontese realizzato con le castagne lessate in acqua e zucchero e poi ridotte a passato-purea, messe in una sac a poche da pasticcere e presentate sul piatto a forma di montagna, successivamente ricoperta di panna montata, come a dare l'idea di un monte innevato.
 L'origine di questo dolce è molto probabilmente francese, il nome montebianco, infatti, deriva dall'italianizzazione del nome originale della ricetta montblanc, ma dato che le radici di questo dolce vanno ricercate nei secoli scorsi è probabile che, come i marron glaces, sia nato sotto il regno dei Savoia quando Piemonte e Francia erano uniti. Il Monte Bianco stesso, a cui il dolce si riferisce, si trova giusto al confine tra l'Italia e la Francia, quindi al di là del campanilismo, è molto probabile che la ricetta sia nata in territorio comune per poi diffondersi in tutta Europa. 
Al posto della panna montata ho usato la creme fraiche francese , che é una panna della consistenza dello yogurt , molto calorica ma molto buona

La realizzazione del montebianco è molto semplice, basta munirsi di una buona materia prima, cioè di ottime castagne, preferibilmente di marroni, perchè sono più dolci delle castagne e non hanno quel retrogusto amarognolo e, inoltre, occorre avere un pò di pazienza per sgusciarli tutti prima di procedere . In alternativa in commercio esistono delle creme di marroni già pronte per l'uso o castagne già pronte cotte a vapore, basta giusto allungarle con del latte , ma si perde tutto il divertimento del realizzare un dolce personalmente


Monte Bianco di Castagne
Ingredienti: per 6 persone
        Gr. 200 Castagne gia pronte  cotte a vapore  oppure  500 gr castagne fresche
          Gr. 250 Panna da montare oppure 250 gr di creme fraiche
          Gr. 100 Zucchero al velo
          Gr. 60 Burro
          Gr 500 DI Latte
           1 stecca di vaniglia
Preparazione
Incidete, dopo averle lavate, le castagne alla base con un taglio a croce. Un piccolo trucco per sapere se ci sono delle castagne con qualche ospite é quello di lavarle in una bacinella con abbondante acqua , quelle che verranno a galla sono da buttare perché bacate al loro interno 
 Ponetele in una pentola e copritele di acqua. Fate bollire per qualche  minuto. 
Raccogliete le castagne 2 o 3 per volta, togliete la buccia e la pelllicina e via via mettetele in un altro recipiente dove ci sarà il latte bollente. Il latte dovrà coprire le castagne (se necessario aggiungerne altro).
 Fate cuocere le castagne pulite a fuoco basso per 40 minuti. Anche durante la cottura se il latte si ritirasse troppo mettetene altro (sempre caldo).
Controllare questa fase perché tende ad attaccasi al tegame
Quando le castagne saranno cotte schiacciatele con uno schiacciapatate direttamente in una terrina (che avrete scaldato). Unire lo zucchero al velo setacciandolo, la vaniglia e il burro morbido. Lasciate riposare in frigorifero circa 2 ore
Amalgamate bene e rimettete il composto nello schiacciapatate. Ora prendete il piatto per il dolce e fate scendere i vermicelli a mucchietto sul piatto, come un monte sulla cui cima farete un piccolo cratere.
 Montate la panna, che potrete anche addolcire con zucchero al velo vanigliato, e ricoprite il monte dandole forma appuntita.
Io amo non ricoprire completamente di panna ma lasciarla cadere naturalmente , proprio come se fosse neve








Posta un commento

ti potrebbe interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...