domenica 17 maggio 2015

Taralli ai semi di finocchio

Un tarallo ti salva sempre.....;
Perché ????  Tante volte hai fame e non sai come mangiare qualcosa senza poi straziarti per i sensi di colpa , oppure sei in macchina per un viaggio e non hai voglia fermarti in un autogrill , fare la fila e ritrovarti con un croissant di plastica in mano , oppure vengono amici  e dai apriamo una bottiglia , oddio non ho niente per l'aperitivo ..... ecc , queste sono solo alcune delle tante situazioni in cui i taralli mi hanno salvata , ed è proprio come un piccolo salvagente di emergenza ;
Che dite é ora?
cominciamo con il salato dai…qualcosa di sfizioso da tenere in dispensa nel caso di ospiti improvvisi e un’ottima apertura a pranzi e cene , accompagnati con un meraviglioso Valdobbiadene…mi raccomando: freddissimo!!!

INGREDIENTI
1 kilo di farina 00
300 ml. di vino bianco secco
250 ml. di olio di quello buono extravergine
30 g. di sale fino
2 cucchiai di semi di finocchio
In una ciotola, amalgamate la farina con il sale e i semi di finocchio, unite l’olio e il vino bianco fatto intiepidire(e un pò di acqua se necessario!). Impastate fino ad ottenere una pasta omogenea ed elastica, formate un panetto e fatelo riposare coperto da pellicola trasparente, sotto una ciotola o un canovaccio per 20-30 minuti.

Riprendete la pasta e tagliate dei pezzetti, formate dei rotolini e chiudete l’estremità, sovrapponendoli, schiacciando bene. Tuffateli in acqua in ebollizione(salata), scolateli quando tornano a galla. Mettete i taralli ad asciugare su un canovaccio per qualche minuto. Quindi cuoceteli in forno a 200° per 15-20 min

Posta un commento

ti potrebbe interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...