venerdì 11 marzo 2016

I dolci e il galateo

Come comportarsi a fine cena con i dolci

Le regole che riguardano i dolci sono poche e piuttosto semplici.


Le torte si servono su piatti di porcellana o metallo in modo che si possano ricoprire prima di appoggiarvi il dolce usando un centrino di carta lavorata a pizzo.


Le torte vanno tagliate in presenza degli ospiti e servite nei singoli piattini servendosi dell'apposita paletta.


Il dolce va mangiato con forchetta e coltellino oppure la speciale forchettina munita di bordo tagliente.

I pasticcini si devono disporre in ordine sul piatto di portata. Mai metterli alla rinfusa ma divisi per qualità, così che l'ospite sia facilitato nella scelta.


I pasticcini vanno presi dal piatto di portata con le dita prendendo anche il pirottino (se c'è), si depongono nel proprio piatto e dopo averli liberati dalla carta si mangeranno in un solo boccone, salvo che non siano di dimensioni troppo grandi.


Se i dolci ripieni di frutta contengono nocciolini o semi, questi si raccolgono nella mano e si depositano nel piattino. Questa è una regola sempre valida che, ciò che si porta alla bocca con le mani, lo si deposita nel piatto sempre con le mani.

 Un dolce non deve mai mancare nel finire di un menù di un certo impegno.



Il dolce che sarà generalmente una torta, sostituibile anche con un gelato, si serve dopo il formaggio e prima della frutta.


I pasticcini sono generalmente più adatti per il tè o per le riunioni dopo pranzo e vanno serviti anche con il caffè oppure dei liquori.





PENSIAMO AL  MENù PER UNA CENA

 La fantasia di chi invita gioca un ruolo fondamentale nella composizione del menu di una cena, si deve comunque seguire delle semplici regolette che permettono di evitare errori grossolani.

Se stiamo preparandoci per una cena informale si potrà servire un menu in linea con lo stile della cena,  antipasto, primo, secondo, formaggio  dolce e frutta


Se la cena che stiamo preparando è importante le cose si complicano un pochino.


L'antipasto può essere fatto con i salumi ma è preferibile usare salmone,  o addirittura caviale e crostacei (il top degli antipasti) per seguire con una minestra leggera che prepara al pasto che sta per venire.


Se la cena prevede due tipi di carne si dovranno servire prima le carni bianche e poi quelle rosse.


Per quanto riguarda i vini si dovranno servire prima quelli bianchi per poi proseguire con i rossi delicati. Se il menu prevede rossi importanti e corposi, questi dovranno essere messi in tavola per ultimi, come a chiudere il percorso del vino.

Una cena importante deve ovviamente essere seguita da un dolce importante e quindi è necessario prestare la giusta attenzione nella scelta di questo piatto.

Posta un commento

ti potrebbe interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...