L' inebriante gelsomino di Sicilia

Preparare in casa il the al gelsomino siciliano





La pianta e il fiore del Gelsomino in Sicilia è diverso ,  è l' emblema di sicilianita' nei giardini d' estate  dove il suo intenso profumo aleggia nell' aria calda della sera 

E' il Jasmin Grandiflorum dai fiori grandi , bianchi esternamente rosati , prodotti in abbondanza e estremamente profumati 
Originario della regione dell' Indonesia fu introdotto in Sicilia dagli arabi , ecco perché e anche noto come gelsomino d' Arabia 
Il gelsomino in Sicilia fiorisce d'estate fino a Natale e il suo profumo è cosi intenso che bastano pochi fiori per ricavare un olio essenziale o un acqua profumata , con i piccoli fiori si profumano le granite e il  gelo di melone , 
ma come lo utilizzavano gli arabi quando occupavano la Sicilia ? 

Usavano bere nelle calde giornate estive una bevanda gelata fatta con la neve che arrivava dalla cima dell' Etna e mescolata con  zucchero e infuso di gelsomino , si chiamava lo sciarbat da cui deriva l' attuale sorbetto 

E' uno dei sorbetti più famosi di cui i pasticceri palermitani hanno gelosamente custodito la ricetta e che ancora oggi viene gustato dai siciliani e dai turisti curiosi del dolce sapore delle estati siciliane 

Non ti darò la ricetta del sorbetto al gelsomino che acquista un fascino particolare solo se gustato  a Palermo ma ti accompagnerò passo passo a profumare un normale the nero con i fiori di gelsomino 
Ho trovato un sito dove viene descritto e spiegato molto bene
 the al gelsomino , prova non te ne pentirai



Preparare in casa il the al gelsomino


In Cina il the al gelsomino viene preparato utilizzando il the verde raccolto la primavera precedente. Per preparare in casa il vostro the al gelsomino è necessario utilizzare the con nessun tipo di aromatizzazione o lavorazione particolare, e nemmeno proveniente da bustine, perché si tratta di the tritato troppo finemente.


Particolarmente consigliato per assorbire l'aroma del gelsomino è il the Darjeeling, un the nero dall'aroma leggero, purchè acquistato fresco e di buona qualità. Sono invece da escludere tutte le varietà di the verde come il Gunpowder, dall'aroma troppo intenso, o altre miscele di the dalla personalità forte, come l'Earl Grey o l'English Breakfast.

La preparazione avviene nell'arco di alcuni giorni e può sembrare laboriosa, ma richiede in realtà pochissime attenzioni, che verranno completamente ripagate la prima volta che assaggerete il vostro the al gelsomino preparato in casa, un sapore nettamente più intenso rispetto alle preparazioni acquistate.


Il procedimento è da effettuare durante la piena fioritura del gelsomino, in genere alla fine dell'estate.



Giorno 1


Raccogliere i fiori di gelsomino dopo il tramonto, poichè è durante le ore notturne che rilasciano tutto il loro aroma.
Si raccolgono staccandoli dai sepali, senza schiacciarli o stropicciarli troppo.
I fiori non devono essere lavati, quindi vorrete controllarli per evitare la presenza di insetti o altre impurità.

Porre i fiori e il the Darjeeling in un contenitore chiuso ermeticamente, immediatamente dopo il raccolto, nella dose di 5 fiori per ogni cucchiaio di the (o se preferite 100 fiori ogni 100g di the), agitare e lasciare riposare tutta la notte.


Giorno 2


Il giorno dopo agitare due o tre volte al giorno, e lasciare ancora riposare la notte successiva.


Giorno 3


Dopo la seconda notte, travasare il the in un vassoio, eliminare i fiori e porre in un luogo ombroso e ventilato a asciugare fino a sera. Il the avrà infatti assorbito molta umidità dai fiori e questo accorgimento evita che si generino muffe e altre alterazioni.
Lavare e asciugare bene il contenitore ermetico.

La sera dello stesso giorno ripetere il procedimento, raccogliendo altri fiori freschi sempre dopo il tramonto, nella stessa dose, e richiudere nuovamente.


Giorno 4


Come fatto in precedenza, agitare il contenitore per un assorbimento più uniforme.


Giorno 5


La mattina successiva il vostro the è pronto: ora dovrà essere essiccato con attenzione, per eliminare tutta l'umidità assorbita dai fiori oltre all'aroma.
I fiori di gelsomino possono essere lasciati, o eliminati tutti o in parte: essi non aggiungono più alcuna componente aromatica, solo estetica.



Conservazione e consumo


Porre a asciugare per alcuni giorni in luogo ventilato e non esposto ai raggi del sole, come fareste per le erbe aromatiche. 
Conservate in un barattolo solo quando ben asciutto, e consumare entro 6-8 mesi. L'anno prossimo non vedrete l'ora che il gelsomino sia in fiore per prepararlo nuovamente.

Il vostro the al gelsomino è pronto per sorprendervi con l'intensità del suo profumo, e un gusto che è meglio apprezzare senza limone, miele o altre aggiunte che ne modificano le caratteristiche. Scoprirete come mai in molte regioni della Cina è d'abitudine offrire una tazza di the al gelsomino agli ospiti, che ne saranno deliziati.
 










Posta un commento

seguimi in Instagram

post più popolari

Modulo di contatto se vuoi scrivermi una mail

Nome

Email *

Messaggio *